Valutazione ETF di Aprile

Valutazione-ETF-di-Aprile
Condividi sui social!

In questo articolo vedremo quali sono state le performance di aprile dei principali etf del 2021.

Questo articolo ci permetterà di vedere che direzione stanno prendendo i mercati nel mese di aprile e farci un’idea che può essere utile alle nostre analisi man mano che vedremo nuovi etf e li aggiungeremo tra gli etf di cui monitoreremo le performance nel 2021.

Vedremo le performance del mese di aprile degli etf che seguono l’MSCI WORLD in contrapposizione a quelle degli etf che replicano l’S&P500 nel 2021.

Poi confronteremo l’andamento nel mese di aprile 2021 degli etf che replicano indici diversi dei mercati emergenti, confronteremo il light strategy con un portafoglio con composizione simile ma composto da due etf più liquidi.

Vedremo anche le performance degli etf che replicano gli indici globali MSCI ALL COUNTRY WORLD e FTSE ALL WORLD, etf che investono in società a bassa capitalizzazione sul NASDAQ100, sulle energie pulite e sulle società di natura finanziaria.

Vi ricordiamo sempre che non siamo consulenti finanziari è che i nostri articoli non sono consigli di investimento.

Prima di tutto confrontiamo le performance degli etf dell’MSCI WORLD con quelle delle S&P500 nel mese di aprile.

Per le MSCI WORLD la simulazione è stata eseguita con l’SWDA, mentre per l’S&P500 la simulazione è stata eseguita con l’etf CSSPX.

Vogliamo confrontare le performance di questi due indici perché riteniamo che all’interno di un portafoglio questi due etf siano alternativi, perché per una percentuale molto elevata si caratterizzano per una composizione molto simile.

Quindi in un’ottica di diversificazione non possono stare insieme.

Vediamo chi ha fatto meglio.

www.copytradingitalia.com - etf aprile 2021 - grafico MSCI WORLD contro S&P500 Gennaio  - Febbraio 2021

Nel primo grafico riportiamo le performance realizzate da questi due etf nel mese di gennaio e febbraio.

www.copytradingitalia.com - etf aprile 2021 - grafico MSCI WORLD contro S&P500 Gennaio  - Marzo 2021

Nel secondo grafico riportiamo le performance che questi etf hanno realizzato dai primi di gennaio 2021 ai primi di aprile 2021.

Dal primo grafico possiamo notare che, considerando i primi tre mesi del 2021, le performance non sono state per niente male.

Confrontando i due grafici, ci rendiamo conto che è stato proprio il mese di Marzo a fare la differenza.

Infatti considerando solo i primi due mesi del 2021, i rendimenti erano molto più bassi e pari a circa al 3,5%.

Estendendo l’orizzonte temporale, entrambi gli etf hanno superato l’11%.

Ma è l’etf sull’S&P500 che ha realizzato la performance migliore grazie alle positive notizie macroeconomiche USA: crescita maggiore alle attese, tassi dei decennali più sotto controllo rispetto a febbraio, ordinativi industriali positivi e occupazione e miglioramento.

A livello di volatilità è ancora confermato che l’S&P500 essendo caratterizzato da una minore diversificazione presenta una volatilità più elevata.

Infatti anche se per poco l’MSCI WOLD Index presenta un rapporto rendimento rischio migliore, nonostante abbia realizzato una performance inferiore di circa due punti percentuali.

Vediamo ora gli etf che replicano l’andamento di indici diversi dei mercati emergenti.

Confronteremo gli indici MSCI EMERGING classico che replica i titoli di azioni ad alta capitalizzazione dei paesi emergenti di tutto il mondo (XMME), con l’indice composto dei titoli azionari ad alta capitalizzazione dei paesi emergenti della solare asiatica (AASI), e l’indice composto dai titoli azionari ad alta e media capitalizzazione di tutto il mondo (EIMI).

www.copytradingitalia.com - etf aprile 2021 - emergenti vs EM ASIA vs EM IMI - Gennaio Marzo
PERIODO GENNAIO – MARZO

Come possiamo vedere considerando i primi tre mesi del 2021 le performance di tutti e tre gli indici emergenti non sono state molto diverse.

www.copytradingitalia.com - etf aprile 2021 - grafico ETF MSCI
PERIODO GENNAIO – FEBBRAIO 2021

Confrontando però i dati con il periodo precedente possiamo notare come l’ETF asiatico è rimasto più o meno costante, mentre gli altri etf emergenti hanno fatto un bel balzo nel mese di marzo.

Quello che dobbiamo notare è che i paesi sviluppati almeno in questa prima parte del 2021 stanno facendo meglio dei paesi emergenti.

Andiamo a vedere per un momento la compsizione dei titoli FTSE WORLDe degli indici MSCI ALL COUNTRY WORLD.

La composizione di questi due indici è molto simile ed entrambi investono in contemporanea sia in paesi sviluppati che emergenti di tutto il mondo.

Vediamo quali sono state le performance:

www.copytradingitalia.com - etf aprile 2021 - grafico FTSE ALL WOLD vs MSCI ALL WORLD
PERIODO GENNAIO MARZO 2021
www.copytradingitalia.com - etf aprile 2021 - grafico FTSE ALL WOLD vs MSCI ALL WORLD - gennaio - marzo
PERIODO GENNAIO – FEBBAIO 2021

I risultati sono quasi sovrapponibili e i rendimenti sono pari all 11% circa con una volatilità del 13,5%, quindi anche questi etf si sono comportati piuttosto bene.

Ora passiamo a vedere come si sono comportati i LIFESTRATEGY strategy di Vanguard nel 2021.

Come al solito confronteremo le performance dei LIFESTRATEGY con un portafoglio simile ma composto da due etf più liquidi e che permettono di investire nei titoli azionari e obbligazionari di tutto il mondo sia su paesi sviluppati che emergenti.

LIFESTRATEGY 40% investe il 40% in azioni di mercati sviluppati ed emergenti.

Il restante 60% è investito in obbligazioni.

Riportiamo le performance dal 4 gennaio 2021 al 2 aprile 2021:

www.copytradingitalia.com - etf aprile 2021 - grafico VAN40% vs 40%VWCE + 60%AGGH
PORTAFOGLIO CON 2 ETF CON COMPOSIZIONE SIMILE AL LIFESTRATEGY
(VWCE E AGGH)

Prima vediamo le performance della variante costituita al 40% dei titoli azionari e il 60% da obbligazioni.

Come possiamo vedere il Vanguard ha fatto una performance del 3%, lievemente superiore dello 0.5% rispetto al portafoglio usato come benchmark, che non è affatto male.

Infatti LIFESTRATEGY porta con sé anche il vantaggio che una volta acquistato non dobbiamo preoccuparci dei bilanciamenti, e poi in caso di piani di accumulo risparmieremmo sulle commissioni bancarie.

Passiamo a vedere le altre varianti del LIFESTRATEGY.

Vediamo la variante dove il 60% è costituito da titoli azionari e il 40% da obbligazioni.

www.copytradingitalia.com - etf aprile 2021 - portafoglio con 2 titoli con composizione simile al LIFESTRATEGY (VWCE E AGGH)
Portafoglio con 2 titoli con composizione simile al LIFESTRATEGY (VWCE E AGGH)

In questo caso il rendimento del LIFESTRATEGY è stato pari al 5,5%, mentre il benchmark ha fatto un filo meglio.

Per quanto riguarda la variante all’80% azionario, il rendimento e stato pari all 8,6%.

www.copytradingitalia.com - LIFESTRATEGY 80%

In questo caso non ci sono differenze col benchmark.

Quindi considerando questi primi mesi del 2021 la scelta tra il fai da te e il LIFESTRATEGY dipende da considerazioni che vanno al di là delle performance, quali minor tempo da dover dedicare ai bilanciamenti, minori costi di commissione, ma anche una liquidità che ancora non è ottimale per il LIFESTRATEGY.

Il fatto che dopo qualche anno se volessimo cambiare le percentuali di ripartizione tra l’azionario e l’obbligazionario saremmo costretti a vendere tutto e a riaprire una nuova operazione, pagando quindi subito le imposte a discapito dell’effetto compounding.

Quindi dipende dalle valutazioni che ognuno di noi deve fare in base alle proprie strategie.

Ora vediamo alcuni ETF che sono un po più particolari perché investono in specifici settori.

Già da questo dovreste capire che si tratta di ETF con maggiori potenzialità di profitto se si investe quando il mercato è favorevole, ma anche più rischiosi perché sono meno diversificati.

Andiamo a vedere quali sono questi etf:

SMALL CAP US – Societò US BASSA CAP – R2US
SMALL CAP WORLD – Società Mondo Bassa CAP – IUSN
NASDAQ100 – Maggiori Società quotate Nasdaq – CSNDX
CLEAN ENERGY – 30Società Emergie Pulite – INRG
MSCI WORLD FINANCIALS – SOC. FINANZ. P. SVILUPPAI – XDWF

Due etf investono nelle società a bassa capitalizzazione degli Stati Uniti e a livello globale, uno invece replica l’andamento del Nasdaq, un altro investe sulle energie rinnovabili, e l’ultimo sul settore finanziario globale.

Gli etf migliori in assoluto sono sicuramente quelli che investono sui mercati Small Cap US e sul settore finanziario che hanno realizzato in tre mesi un rendimento di circa il 20% confermando il loro trend positivo.

www.copytradingitalia.com - SMALL CAP US - Societò US BASSA CAP - R2US
SMALL CAP WORLD - Società Mondo Bassa CAP - IUSN
NASDAQ100 - Maggiori Società quotate Nasdaq - CSNDX
CLEAN ENERGY - 30Società Emergie Pulite - INRG
MSCI WORLD FINANCIALS - SOC. FINANZ. P. SVILUPPAI - XDWF - periodo Gennaio - Febbraio 2021
PERIODO GENNAIO – FEBBRAIO 2021
www.copytradingitalia.com  - SMALL CAP US - Societò US BASSA CAP - R2US
SMALL CAP WORLD - Società Mondo Bassa CAP - IUSN
NASDAQ100 - Maggiori Società quotate Nasdaq - CSNDX
CLEAN ENERGY - 30Società Emergie Pulite - INRG
MSCI WORLD FINANCIALS - SOC. FINANZ. P. SVILUPPAI - XDWF - periodo Gennaio - Marzo 2021
PERIODO GENNAIO – MARZO 2021

Per quanto riguarda il Nasdaq, dopo una crescita molto forte, il mese di febbraio è stato un mese complicato.

Infatti l’incremento delle aspettative di un rialzo dell’inflazione e dei tassi avvenuto a febbraio ha penalizzato molto le azioni di tipo growth.

Tuttavia dopo che la FED ha confermato che manterrà i tassi bassi il Nasdaq ha registrato un 8% nel corso del mese di Marzo, mentre l’unico ETF che continua a mostrare segni di debolezza e quello che invece sul settore delle energie pulite, ovviamente dopo aver realizzato nel 2020 delle performance pazzesche.

A questo punto diamo pure un occhio sul fronte ORO, per capire in questa prima parte dell’anno come se la sta passando.

www.copytradingitalia.com  - ORO - Invesco Physical Gold A - SGLD
ORO – Invesco Physical Gold A – SGLD

Come possiamo vedere il suo rendimento è stato negativo e ha perso circa il 7 per cento.

Perché ha perso? attualmente sull’oro agiscono almeno due forze che vanno in direzioni opposte: come sapete l’oro dovrebbe offrire una protezione dall’incremento delle aspettative di crescita dell’inflazione e quindi questa forza quì, spinge l’oro verso il rialz.

Ma c’è anche un altro elemento da considerare, ovvero, dopo un anno orribile sembra che la ripartenza della macchina economica sia dietro l’angolo.

Quando il principale motore dell’economia mondiale riparte, viene meno un’altra funzione tipica dell’oro, ovvero quella di bene rifugio.

Questo spinge il prezzo dell’oro verso il basso ovviamente abbiamo esposto la situazione in modo un po più semplice di quello che è in realtà, ma che comunque rende l’idea.

Migliori ETF di Aprile: Conclusioni.

I mercati finanziari stanno andando bene e scontano già le riaperture post covid, altrimenti un indice globale come l’MSCI WORLD non registrerebbe una performance superiore al 10% in 3 mesi.

Anche l’oro che sta perdendo forza, nonostante le pressioni inflazionistiche, sembrerebbe confermare come il mercato si aspetta il ritorno alla normalità.

Passando ai settoriali, il filo conduttore è l’aspettativa sull’inflazione e sui tassi di interesse.

Infatti, quando le aspettative erano al rialzo il NASDAQ ha faticato parecchio essendo un indice caratterizzato da un’importante componente di azioni growth che faticano di più quando i tassi salgono.

Poi quando la FED ha rassicurato sui tassi, allora il NASDAQ si è ripreso.

Invece stanno facendo bene le aziende a bassa capitalizzazione, dove la componente di azioni growth è inferiore, e sta facendo molto bene anche l’etf sul settore finanziario perché ne risente positivamente di un eventuale incremento dei tassi.

Per quanto riguarda il settore clean diciamo che aveva raggiunto valutazioni stellari, e quindi è normale che ora deve rifiatare e far ritornare le sue quotazioni a livelli un po più coerenti con quelli che sono i fondamentali delle azioni di cui si compone